Tartare di seppia “fruttata”

Tartare di seppia “fruttata”

Descrizione


Un piatto caratterizzato da contrasti tra sapori delicati e decisi, dolci e salati, con note acidule e leggermente piccanti.

Preparazione


Pulire bene le seppie, togliendo l’osso interno, il becco, la pelle esterna e rimuovendo la sacca dell’inchiostro, sciacquare bene sotto acqua corrente. Separare i tentacoli che in questa preparazione non servono, ma che potremmo comunque utilizzare in qualche altra ricetta. Tagliare la seppia a cubetti di media misura e lasciarli marinare in un composto formato da un filo d’olio, succo di lime, prezzemolo tritato e peperoncino in polvere e un pizzico di sale (la dose di peperoncino è relativa alla piccantezza voluta, consiglio di non esagerare comunque). Lasciare marinare per almeno un ora. Tagliare il cocco privo di buccia a cubetti più o meno grandi come quelli della seppia. Sbucciare l’ananas e privarlo del torsolo, tagliarlo molto finemente per ottenere un carpaccio. Lavare le fragole e tagliarle a fettine non troppo sottili, condirle con poco succo di lime e poco zucchero. Una volta finita la marinatura della seppia posizionare un coppapasta al centro del piatto fare una base con i cubetti di cocco e sopra posizionare la tartare di seppia. Posizionare le fettine di fragola accanto al coppapasta e il carpaccio di ananas sopra la tartare. Sfilare con cura il coppapasta e guarnire con la senape ed il pepe rosa.
Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter
Email
  • Non ci sono ancora valutazioni
  • Valuta